Proviamo a pensare che durante l’inizio di una curva arriviamo al punto di attacco indirizzando le ginocchia, il bacino e la spalle su piani paralleli alla pendenza del terreno.